Discografia


2002

Sorrisi e canzoni

Testi: Audio 2
Musiche: Audio 2
Genere: Pop d'autore
Contiene i brani:
Naufragati
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Acqua e sale
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Fammi riprovare
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Neve
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Sorrisi e canzoni
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Raso
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Si che non sei tu
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Rotola la vita
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Metti uno zero
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Un fremito costante
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Specchi riflessi
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Io ho te
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2
Non c'è più audio
Autori: Audio 2
Compositori: Audio 2

Naufragati

Che peccato 
mi son fermato proprio dove non c'è 
Neanche un ponte che sorvoli il bagnato 
E ci arrivi da se 
Oltre il mare 
Sì che è facile per me immaginare 
Che ci sono quelle terre lontane 
Che vorrei più di te 
Sì 
Lontani così 
Senza telefono 
Neanche un grammofono 
Naufragati 
Senz'acqua si 
Naufragati 
Senza un'ancora 
Naufragati 
Soli su un'isola 
Che rimane terra solo per vivere 
Per respirare ossigeno il più caldo che c'è 
Disperato 
Lo sapevo che l'avresti mangiata 
Il peccato della mela proibita 
Nella gola ce l'hai 
Sì 
La storia così 
Ripete l'incubo 
Del giardino enigmatico 
Naufragati... 
Chiudi

Acqua e sale

Semplici e un pò banali 
io direi quasi prevedibili e sempre uguali 
son fatti tutti così gli uomini e l'amore 
come vedi tanti aggettivi che si incollano su noi
dai che non siamo poi cattivi. 
Tu non sei niente male 
parli bene e mi sorprendi quando tiri forte 
la tua moto dal motore che sento truccato 
e va bene guida tu che sei brava più di me
ed io attendo che sia amore. 
Ma io sono con te ogni giorno 
perche di te che ho bisogno 
non voglio di più. 
Acqua e sale mi fai bere 
con un colpo mi trattieni il bicchiere 
mi fai male puoi godere 
se mi vedi in un angolo ore ed ore 
ore piene come un lago 
che se piove un po di meno è uno stagno 
vorrei dire non conviene 
sono io a pagare, amore, tutte le pene. 
Vedi, divertirsi fa bene 
sento che mi rido dentro 
e questo non mi conviene 
c'è qualcosa che non va 
ma non so dirti cosa 
è la tua moto che sta giù 
che vorrei guidare io 
o meglio averti qui vicino a me. 
Ma io sono con te ogni giorno 
perchè di te che ho bisogno 
non voglio di più. 
Acqua e sale mi fai bere 
con un colpo mi trattieni il bicchiere 
mi fai male, puoi godere 
se mi vedi in un angolo ore ed ore 
ore piene come un lago 
che se piove un pò di meno è uno stagno 
vorrei dire...non conviene 
sono io a pagare, amore, tutte le pene 
. . . are e are e are are e a 
. . . are e are e are are e a 
Chiudi

Fammi riprovare

Dimmi chi fu a decidere così 
Chi per primo disse l'ultima parola 
Credo che fu così 
Credo ....non so..... sarà 
Dimmi chi 
Improvvisamente uscì 
E la porta dietro non la chiuse mai
Quanto tempo è passato non lo so 
Ero lì mi son girato e tu ci sei 
Fammi riprovare
Tu fammi riprovare dai
E si riaprirì improvvisamente il cielo 
Fammi riprovare 
Tu fammi riprovare dai
Sono musica dal vivo son sincero
Vieni qui.... siamo piccoli così 
Ma c'è un grande sole che diffonderà 
La chiarezza sulle cose mie e tue 
Se non basta una certezza ti darà 
Fammi riprovare 
Tu fammi riprovare dai 
E si riaprirà improvvisamente il cielo 
Fammi riprovare 
Tu fammi riprovare dai 
Sono musica dal vivo son sincero 

E' un discorso un po' leggero ma è serio 
Non liberarti 
Non puoi liberarti 
Non cambieremo mai 
Non puoi liberarti 
Non cambieremo mai 
Non puoi liberarti 
Non cambieremo mai 
Chiudi

Neve

E pensarci vorrei ancora un più 
noi siamo impauriti da quest'angelo 
a pensarci è così, chissà dov'è 
l'utima parola che riguardava te. 
Ma sei, sei, come la neve sei 
che tocchi e sciolta giù non sai più dov'è 
solo un'immagine che va e sei nella mia mente 
sì, solo nella mia mente, solo nella mia mente 
son vago nella mia mente. 
Chi di noi ne ha già un'idea? 
Il vederti e non parlarti mi dà un brivido 
folle mania di chi non sa chi sia 
un amore nuovo che sta nascendo qui 
Ma sei, sei, come la neve sei 
che tocchi e sciolta giù non sai più dov'è
solo un'immagine che va e sei nella mia mente 
sì, solo nella mia mente così, solo nella mia mente 
son vago nella mia mente. 
Ma sei, sei, come la neve sei 
che tocchi e sciolta giù non sai più dov'è 
solo un'immagine che va e sei nella mia mente 
sì, solo nella mia mente, solo nella mia mente 
son vago nella mia mente. 
Chiudi

Sorrisi e canzoni

Solo per sentirti più vicino 
Ho perduto il sonno quando avevo 
Tenera l'età di un ragazzino che sia vero 
Vivo col ricordo un po' offuscato 
di una corsa in bici senza fiato 
dove vai non mi lasciare troppo indietro 
che perdo il treno 
come mai 
la vita non mi sorprende come mai 
anche se so 
che tu non vuoi più stare con me 

sorrisi e canzoni 
memorabili eccezioni quelle fatte di emozioni 
senti quello che non c'è 
sorrisi e canzoni siamo quelli abituati 
a non confondere la mente con un giro evidente 
di parole stonate 
c'era ceralacca ed un postino 
lettere spedite da lontano 
tanti fogli colorati e fiorellini 
e foto inedite 
tutto per la stupida intuizione 
di lasciarsi andare e farsi male 
non un senso un godimento una ragione 
ma quale amore 
tu lo sai 
la vita è un giro rotondo tu lo sai 
e non si può corrergli contro 
per stare con te 
sorrisi e canzoni 
memorabili eccezioni quelle fatte di emozioni 
senti quello che non c'è 
sorrisi e canzoni siamo quelli abituati 
a non confondere la mente con un giro evidente 
di parole stonate 
sorrisi e canzoni 
poche vanno in fondo al cuore 
quasi sempre sul comune senso esplicito d'amore 
sorrisi e canzoni 
un combattimento collegare con la musica parole 
con rima l'amore non devi aspettare 
il lampo dell'idea che rotoli la rima 
Chiudi

Raso

Amore mio
é già da tempo che ti amo così
Lontano dai tuoi occhi e dal tuo cuore
Senza avvisarti mai

Io so chi sei che nome hai
E questo che mi basta e non vorrei
Sfiorare l'equilibrio dei pensieri
E preferisco amarti senza un vero modo

Perchè io so che ci sei
Anche se non ci vediamo
Facciamo che tutto sia
Un sentimento di raso
Che quando ti attacchi su
Scivoli via
Cosi senza aggrapparsi alla ringhiera
Di un'effimera poesia

Tu sei così
Frammento mio di quotidianità
Che puntualmente vivi la mia vita
Che al primo freddo mi riscaldi l'aria intorno

La notte fredda sarà
Sotto un parato di stelle
La luna imbiancherà
Gocce che rigano il viso
Le raccoglierai
Lucide e chiare
Un mare senza onde tanto grande navigando senza vele

Ecco è così
Che riempio poche ore della vita
Aprendo una finestra sulla strada
Io vedo chiaro un orizzonte che non seguirà mai insieme a te

La notte fredda sarà...
Chiudi

Si che non sei tu

Non arrabbiarti proprio quando sto con lui
cosa fai capire e che cosa non dovrei
il doppio gioco per fortuna l'hai avuto tu
adesso vuoi strapparmi quello che non c'è più.
I capillari sono pronti a percepire emozioni
il sangue affluisce e rimborsano canzoni
l'etere è finito e dolore sentirai
i nervi sono tesi e tra poco scoppierai.

Si che non sei tu il pensiero della sera
Si tra noi non c'era no non c'era la verità sincera
la verità fra noi.
T'ho lasciato fuori e c'è di più in quest'aria ossigeno
tu, con le tue mani no non davi che spicciole emozioni
in noi geometrici
che in troppi angoli si era divergenti e tu lo sai.

Le decisioni migliori sono quelle pensate
se le pareti dell'anima erano imbrattate
è perchè nella vernice c'era poco smalto
o perchè lo tradivo e diventavo matta.

Si che non sei tu il pensiero della sera
Si tra noi non c'era no non c'era la verità sincera
la verità fra noi.
T'ho lasciato fuori e c'è di più in quest'aria ossigeno
tu, con le tue mani no non davi che spicciole emozioni
in noi geometrici
che in troppi angoli si era divergenti e tu lo sai.

Si che non sei tu ...
Chiudi

Rotola la vita

Se da un punto indefinito ci sarà
questa luce che irradierà si spera
tutte le menti forti della sfera
sarebbe un colpo ritrovare voci piu normali
tu con la penna scrivi sempre in rosso
sorseggi piano piano il tuo caffè
potresti raddrizzare questa nave
si, con un colpo da manuale vireresti a prua

Apri le tue mani rotola la vita
fai conto che tutto adesso marcerà a rovescio
salgo cento piani ed arrivo fino al K2
e vi vedo giu come le piccole formiche
e ancora più in alto più su
col dito puntato laggiù, si quasi infallibile
quasi infallibile

E tu che ti ritrovi fra le mani
le diecimila per mangiare un giorno
guardi dal buco di una serratura
e questo il mondo che tu vedi

La vita qui e più dura
a noi basta che domani sia con lei
e un'ora di lavoro straordinario
magari passi a fare la schedina
e speri che stavolta sia per te la volta buona

Apri le tue mani rotola la vita
fai conto che tutto adesso marcerà a rovescio
salgo cento piani ed arrivo fino al K2
e vi vedo già come le piccole formiche
e ancora più in alto più su
col dito puntato laggiù
quasi infallibile
quasi infallibile
quasi infallibile
quasi infallibile

Apri le tue mani rotola la vita
fai conto che tutto adesso marcerà a rovescio
apri le tue mani...
Chiudi

Metti uno zero

Nel buio il volto di chi
Esprime di aver gradito
Poi t'alzi e non sono più
La chiave che ti fa libera
Uno in meno uno in più
Se mi amassi no

Simpatica scena ma
Straziante per chi si affligge
Ingenua per chi non ha
Vissuto e non sa nascondere
Vivi
I pensieri che vivono
Che come steli
Nel giardino fiorito
Danno verde a chi li vuol guardare
Danno spazio alle tue facoltà

Metti uno zero
A quest'amore che di solito va ad uno
Questo è sicuro
Non darmi il peso
Di tutto quello che io non ho fatto mai e non ho detto
Mi sento un indice
Che non funziona se il tachimetro è starato
Metti uno zero che
Probabilmente si potrebbe ripartire

é un fatto fondato che
Se mangi di più fa male
Controllati almeno un po'
E calma il senso frenetico
Troppo spesso a spasso va
La tua identità
Vedi
Non coi veli puoi fingere
Nemmeno coi teli
Se l'istinto dipinge
Un'immagine mista a realtà
L'entusiasmo si fa folle ma......

Metti uno zero...
Chiudi

Un fremito costante

A te
Io quante cose non ho detto mai
Per te
Rinunci a tanto sai
E andai per quella strada che forse tu non hai
Veduto lidi e luoghi come me
Perchè barriere coralline non passai
Perchè un chiaroscuro di emozioni sei
Non vuoi sapere mai poi che sarai di noi
Ma tu sei

Un fremito costante
Un fuoco fra la gente
Un piccolo peccato che da sempre mi sfugge via
Un tuono dirompente di incontenibile allegria
Che sensazione magnifica
Restarti accanto e sentirti viva

Su te
Io tempestai il tuo respiro
Arcobaleno di silenzi amai
Perchè hai stemperato piccole follie
Che ormai uniche luci d'ombre senza vie
Non vuoi sapere mai poi che sarà di noi
Ma tu si tu sei

Un fremito costante
Un fuoco fra la gente
Un piccolo peccato che da sempre mi sfugge via
Un tuono dirompente di incontenibile allegria
Che sensazione magnifica
Restarti accanto e sentirti viva

In te dove ogni pietra del tuo tempo è soltanto mia
E c'è solo uno spazio intimidito per dirti ancora
Che la prudenza non è tua amica lasciami dire
Che il resto è vita
Chiudi

Specchi riflessi

Non puoi ferirmi più
adesso che non sei
più dentro ai sogni miei, non puoi.
Amica mi ritorni
se vuoi, sbarrando i limiti
non senza inibizioni che sciolgo ormai.

Ah, io e te, come siamo andati d'accordo non so più
noi due specchi in contro riflessi, ma lontani
in un gioco di intermittenze e di vuoti strani.
Sospesi in aria allo stesso piano
come due palloni di gas con uno spillo in mezzo
e tenuti in volo da un vento costante e lento
che ad un primo cambio di verso li scappi, così,
da un lato e dall'altro.

Io non vorrei che tu
gettassi ancora idee
con fiumi di parole, per noi.
Io non direi che sia
difficile così, com'è
ma lo sarebbe certo, se fosse qui.

Ah, io e te, ma che tempo abbiamo lasciato non sono più
noi, due oasi in un deserto di allergie
con di tanto in tanto miraggi di poesie.
Presi dal vento allo stesso modo
con la sabbia che dalle dune ci viene incontro
ed all'acqua limpida e chiara rapisce il posto;
noi, un gusto perso nel tempo, un odore che poi
con l'aria se ne va.
Chiudi

Io ho te

lo ho te
tu ma che cos'hai
in un momento non sei più tu
ma come mai sei ancora qui

Ma che cos'hai
ma cosa non ho
sono le stesse parole che io ancor non ti ho detto
comunque vada comunque sia
io non ti perdo
sei qui con me noi
Ma io ho te
è solo un timido pretesto
ma io ho te
insieme noi e quando vuoi
sai far morire la mia mente
è un vuoto e vago senso che
ma io ho ancora te e non vorrei... vorrei...
é un dolce suono
che io ho di te
tu che te ne vai
noi equidistanti da un punto blu
che luce è solo per noi
Ma che cos'hai
ma cosa non ho non ho
le mie eteree illusioni
che volano in fretta
comunque vada comunque sia
io non ti perdo
sei qui con me io con te

Ma io ho te
è solo un timido pretesto
ma io ho te
insieme noi e quando vuoi
sai far morire la mia mente
è un vuoto e vago senso che
ma io ho ancora te e non vorrei... ma se vuoi...
Chiudi

Non c'è più audio

Corriamo un po' le mani son sudate 
e scivola [il volante non parli più] 
le luci in fila illuminano il tuo profilo stanco 
le mani sono immobili i pensieri simili 
non so se andranno via 
le gallerie i fumi densi i buchi neri 
e i tuoi discorsi strani [che hai fatto tu] 
ma che silenzio non sento il motore 
e neanche più l'amore 
son certo che è andato giù 
a rompersi tra le ruote dell'autostrada.
non c'è non c'è più vitalità
qui tra noi due 
non c'è più audio non c'è nessun programma 
su tutte le frequenze in onda su di noi
non c'è non c'è più sole sulle parole afone e pallide 
sei stata l'ultima a dire io ti amo
una volta purtroppo una volta sola.
nell'autogrill ci gira il vento intorno 
urlando consonanti [ma che cosa ho] 
e tempo da matti c'è se giù
il sole sta nascendo lì fermo all'orizzonte che
guarda lontano e non ha paura. 
non c'è non c'è più vitalità
qui tra noi due 
non c'è più audio non c'è nessun programma 
su tutte le frequenze in onda su di noi 
non c'è non c'è più sole sulle parole afone e pallide 
sei stata l'ultima a dire io ti amo 
una volta purtroppo una volta sola.
Chiudi